Clara Vitalini

Clara si laurea con un B.Com alla McGill University di Montreal, e dopo un’esperienza nel marketing di Procter &Gamble ottiene un MBA in SDA Bocconi.

Entra in consulenza strategica in Bain&Company Italy, prosegue poi in società multinazionali come Direttore Marketing in Ferrero-Soremartec, Yomo e Pharmacia&Upjohn, operando in contesti locali, europei e globali.

Dal 2002 rientra in consulenza in Italia dove conduce importanti progetti di Strategia, Organizzazione, Marketing e CSR per clienti principalmente nel mondo dei Consumer Goods&Services.

Nel 2010 entra in società, come partner a fianco di Monica Calenti, aggiungendo una nuova prospettiva al suo percorso nel management aziendale.

Contribuisce alla crescita del team portando la sua profonda conoscenza delle imprese e la passione per i temi di organizzazione aziendale. Si certifica come Assessor con Six Seconds e con Decision Dynamics, e perfeziona così le sue competenze nel nuovo ruolo.

Parla correntemente 4 lingue oltre all’italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco.

È Managing Partner di Ema Partners Italy|Calenti&Partners, guida progetti di selezione per clienti internazionali, spesso per start up di funzioni.

EMA-Favicon

L'intervista a Clara Vitalini

Cosa significa per voi oggi fare Executive Search? Quali sono i vostri punti di distinzione in un campo sempre più competitivo?

Il nostro mestiere è estremamente delicato perché accompagniamo organizzazioni e persone nella loro crescita ed evoluzione, e questa è sicuramente una grande responsabilità. Il nostro obiettivo unico è quello di inserire in azienda persone che possano non solo portare un contributo nell’immediato, ma che continuino a fare la differenza anche in futuro.

Persone che siano in linea con gli obiettivi del ruolo e del team che guideranno e in sintonia con lo stile e la cultura dell’azienda, o in grado di portare i cambiamenti necessari perché l’organizzazione che guidano sia di successo nel tempo. 

È per questo che per noi ogni singolo incarico è un progetto ad hoc, curato attentamente nelle sue specificità.

“Entriamo” in azienda per approfondire da un lato la cultura, l’insieme dei valori e gli stili di successo, dall’altro il mercato, il modello di business, le strategie e l’organizzazione.

Solo così facendo siamo poi in grado di identificare le persone migliori che abbiano le competenze tecniche, l’esperienza e le caratteristiche personali che li metteranno in condizione di avere successo nella nuova realtà.

Abbiamo per questo messo a punto un percorso di conoscenza dei candidati che ci permette di leggere la persona nella sua totalità, grazie a colloqui one-to-one e sessioni di valutazione. E con ognuno condividiamo i risultati con trasparenza, concordando insieme l’allineamento con il progetto in corso.

Questo approccio ci porta non solo a lavorare in totale partnership con l’azienda ma genera una eccellente “candidate experience”.

2. Quali sono le caratteristiche fondamentali di un candidato di successo oggi?

Viviamo in un mondo di crescente complessità, in rapido e continuo cambiamento, dove sappiamo che le occupazioni più richieste oggi non esistevano 10 o persino 5 anni fa e dove il 65% degli studenti delle elementari di oggi faranno mestieri che ancora non esistono.

In questo contesto il successo di un manager a qualsiasi livello è sempre meno legato alle conoscenze e competenze tecniche ed è invece direttamente proporzionale alla sua capacità di imparare.

Intendo la capacità e soprattutto la curiosità di tenersi aggiornato, di cogliere i nuovi trend, di intuire e anticipare le dinamiche dei mercati, e di continuare ad evolvere nell’uso delle tecnologie.

Ma intendo anche la capacità di imparare dall’esperienza, osservandosi e leggendo ad ogni passo i risultati ottenuti, le alternative valutate e gli apprendimenti, in modo da poter gestire efficacemente ogni nuova situazione o cambiamento. Parlo della consapevolezza di sé e del proprio impatto e della Learning Agility, entrambe caratteristiche complesse che ricerchiamo nei nostri candidati.   

3. Che valore porta Ema Partners International a voi e ai vostri clienti?

Nati come Calenti&Partners nel 1998, abbiamo deciso di diventare soci di Ema Partners International e siamo la filiale italiana del gruppo, pur rimanendo una società con capitale indipendente. Ema Partners International è presente a livello globale con 32 soci, tutte società che hanno come “core” l’attività di Executive Search oltre ad attività di Leadership Development.

Il gruppo ci permette di offrire progetti di respiro internazionale ai nostri clienti, con la sicurezza di standard di qualità condivisi e di un approccio flessibile a seconda delle necessità dell’azienda: possiamo andare da un unico partner come punto di riferimento di un Head Quarter fino ad un modello decentrato con partners in contatto con i singoli paesi, se preferibile. Ogni volta stabiliamo quello che è più adeguato per il progetto/cliente.

Dall’altro il gruppo ci aiuta ad essere aggiornati sul mondo delle aziende clienti in tutte le geografie, sulle evoluzioni del nostro settore e su modalità sempre migliori di offrire servizi di valore ai nostri clienti. Ci permette infatti di stabilire partnership globali con società che migliorano il modo di lavorare, come ad esempio Decision Dynamics, società che fornisce strumenti evoluti di assessment.

Infine nei progetti che sviluppiamo insieme ai nostri partner all’estero acquisiamo nuove competenze di settore, grazie anche ai Practice Groups, e impariamo a integrare il nostro metodo di lavoro con quello dei nostri partner, diventando anche noi più “agili” e flessibili, qualità oggi imprescindibili per il successo in qualsiasi settore!